NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
seguici anche su facebook.com/csain.ciclismo seguici anche su facebook.com/ciclismocsain
Stampa

Giuseppe Iacovelli, sessantunenne cittadino di Fondi (LT) protagonista del Tour ciclistico della Sicilia in 8 tappe per sensibilizzare alla donazione degli organi

Ruggero Razza Giuseppe Iacovelli e Nello Musumeci 565x300  69818065 2370838749837282 1087148693263482880 n 2

70445032 2370839689837188 8210757050699874304 n 

 69506324 2466802410029848 1950073907260162048 n    70465302 2669292479750410 4543247505566990336 n

 69327240 2468755986501157 733742390258434048 n 69684113 2474096199300469 2317626569817849856 n

70605333 2669292609750397 3649827817610280960 n 70062840 2474096079300481 5090679342715895808 n

L'immagine può contenere: 10 persone, persone che sorridono, persone in piedi e spazio al chiuso  DIALISI

GENITORI

 

https://www.youtube.com/watch?v=6AQ18IlXeYw&feature=share&fbclid=IwAR2-84jKLZQU1NHEqEbKO8q0Mp9fZyfg-glcY9te8WjagdqrfgNq4480QPE

https://www.agrigentonotizie.it/video/ciclista-trapiantato-gira-sicilia-sensibilizzazione-donazione-organi-agrigento-sofia-tedesco.html?fbclid=IwAR0IUDCM-KnDBwUJGrizwzB1Oxd2Up-YPdwgF_LqO6iNc634dWGCD46ZCPI

 

Iacovelli è presidente della sezione Latina/Frosinone dell’Associazione Nazionale Trapiantati di Rene (ANTR), nonché ciclista tesserato CSAIn per la asd Cicli Rebike.

Giuseppe, che da giovane è stato un ciclista, è un trapiantato di rene dal 2004. Con la 2^ edizione del “Tour Dono per la Vita” ha portato in giro per la Sicilia un messaggio d'amore e di speranza,diffondendo la Cultura della Donazione degli Organi e del trapianto, ultima soluzione a chi ha perduto ogni speranza. Giuseppe non è nuovo a iniziative a sostegno della donazione di organi, difatti nel 2018, in cinque tappe dal 3 al 7 settembre, ha effettuato il tour da Fondi a Lamezia Terme.

Il ciclista solitario, difatti se pur assistito da un mezzo al seguito ha pedalato da solo, ha concluso il tour siciliano dopo 797 km percorsi in sette tappe. Partito da Messina il 4 settembre ha fatto tappa a Caronia, Palermo, quindi con la terza tappa è giunto a Castelvetrano, con la quarta ad Agrigento. Con la 5^ tappa Giuseppe ha raggiunto Ragusa Ibla. Nella sesta tappa con arrivo a Catania,  è stato ricevuto dal presidente della Regione, Nello Musumeci. Il governatore ha avuto parole d’elogio per Iacovelli per la sua impresa che punta a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delle donazioni. Musumeci ha poi chiesto a Giuseppe di continuare l’azione di testimonianza e gli ha augurato tanta salute e tanti chilometri!

Il Tour si è concluso a Messina, dove è stato accolto in modo festante dalla comunità, godendo un momento di riposo dalle fatiche, riprendendo la strada di casa, comunque non prima di aver fatto tappa in Calabria, rinverdendo amicizie e ricordi del tour dell’anno precedente.

Nel nostro breve resoconto abbiamo citato solo le tappe principali ma, le soste intermedie sono state molte, praticamente senza soluzione di continuità. L’elencazione sarebbe stata lunghissima.   Lungo il tragitto ha trovato ovunque accoglienza di intere comunità e sezioni AIDO del territorio, con a capo i sindaci e autorità locali. Inoltre ha avuto modo di intrattenersi con famiglie protagoniste di donazioni di organi dei propri cari, nonché con tanti dializzati,  portando a tutti un messaggio di speranza e la sua tangibile testimonianza.  

Il nostro Amico Giuseppe ci fa sapere che, dopo un meritato periodo di riposo, si metterà al lavoro per programmare l’evento 2020. Noi di CSAIn sin da ora assicuriamo il nostro supporto. Chi sente di dover condividere con Giuseppe le iniziative a sostegno del grande gesto della donazione può contattarlo tramite la pagina https://www.facebook.com/giuseppe.iacovelli.58?epa=SEARCH_BOX

A cura di Ufficio Stampa e Comunicazione Csainciclismo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Stampa

TELEFONO VERDE ANTIDOPING

istituto superiore di sanità 1

 

Quale Ente di Promozione Sportiva riceviamo dall’Istituto Superiore di Sanità Centro nazionale dipendenze e doping” la presente comunicazione che poniamo all’attenzione degli associati.

 

“Spett.le EPS CSAIn,

il Centro Nazionale Dipendenze e Doping dell’Istituto Superiore di Sanità sta potenziando il proprio numero verde nazionale contro il doping su mandato della Sezione per la Vigilanza ed il controllo sul Doping e per la tutela della salute nelle attività sportive (SVD) del Ministero della Salute.

In allegato alla presente mail, i dettagli dell’iniziativa che stiamo portando avanti e per la quale chiediamo il sostegno delle Federazioni Sportive e degli Enti di Promozione Sportiva  in qualità di attori da sempre in prima linea nella lotta alla diffusione del doping nello sport”.

Oggetto: TELEFONO VERDE ANTIDOPING

Il Centro Nazionale Dipendenze e Doping dell’Istituto Superiore di Sanità, nell’ambito della sua attività di contrasto alla diffusione del doping e di tutela della salute nei praticanti attività sportiva sta potenziando il Telefono Verde Anti-Doping 800 896970 grazie ad un progetto ad esso affidato dalla Sezione per la vigilanza ed il controllo sul doping e per la tutela della salute nelle attività sportive (SVD). Il Telefono Verde fornisce consulenza telefonica agli utenti circa le problematiche legate al doping (es. danni derivanti dall’uso di sostanze vietate per doping e/o sull’abuso farmacologico, procedure di controllo antidoping e sulla legislazione). Grazie alle sue caratteristiche di gratuità per l’utente e di opportunità di accesso dalle diverse aree geografiche del paese, il Telefono Verde rappresenta un importante collegamento tra Istituzioni e cittadino, uno strumento di informazione, prevenzione e promozione della salute per i praticanti attività sportiva e loro familiari, gli operatori sportivi e socio-sanitari, le Istituzioni pubbliche e private.

In tale contesto, risulta di fondamentale importanza la capillare diffusione della conoscenza del Telefono Verde a livello di tutte le categorie di atleti, coinvolgendo non solo gli atleti agonisti ma anche amatoriali, giovani, senior ecc. A tale riguardo, il sostegno da parte di chi, come le Federazioni e gli Enti di Promozione Sportiva, è da sempre in prima linea nelle operazioni di contrasto alla diffusione del doping nello sport risulta prezioso per la prosecuzione del Progetto.

Il progetto prevede inoltre la realizzazione di materiale informativo sulle tematiche legate al fenomeno doping ed al Telefono Verde Antidoping. 

 

 

 

Stampa

Ecco ADeL, l’antidoping si studia anche su internet

nado italia

http://www.nadoitalia.it/it/home-it/news/archivio-comunicati/13112-ecco-adel,-l%E2%80%99antidoping-si-studia-anche-su-internet.html

L’antidoping si studia (anche) via web. NADO Italia, l’organizzazione nazionale antidoping, per integrare il proprio programma di educazione sull’attività antidoping, ha aderito infatti ad ADeL (Anti-Doping e-Learning), la piattaforma di formazione online ideata dall’Agenzia Mondiale WADA.


Da oggi atleti, allenatori, medici, personale amministrativo e tutti coloro che sono interessati ad acquisire una formazione in materia di antidoping potranno iscriversi ed accedere al corso di ADeL, denominato ALPHA, tramite il sito di NADO Italia.ALPHA è uno strumento di conoscenza e prevenzione che offre informazioni per preservare lo spirito dello sport e la tutela della salute con l’ausilio di video su controlli antidoping, procedure per le esenzioni a fini terapeutici, whereabouts e tutte le fasi di gestione del risultato.

Oltre a formare gli atleti, ALPHA fornirà loro indicazioni sui tempi di recupero e suggerimenti per un allenamento adeguato e per imparare a controllare le pressioni esterne. Al termine del corso - che può essere seguito anche in più fasi (salvando i progressi raggiunti) - gli iscritti riceveranno un attestato di completamento del programma di apprendimento su salute e antidoping.

 

Stampa

Csain App versione 1.1 prevede delle rinnovate funzioni al servizio degli associati

nuova app 1

nuova app

 

 

 

Stampa

A CSAIn i Giochi Mondiali dello sport d’mpresa 2024

Catania 2024

Nella città di Atene, sede dei prossimi WCSG (Campionati Mondiali dello Sport d’Impresa), alla presenza del nostro Presidente Luigi Fortuna e del Presidente Onorario Giacomo Crosa, la Federazione Mondiale dello Sport d’Impresa (WFCS) ha assegnato alla città di Catania l’edizione 2024 dei Giochi d’Impresa. Grande successo del nostro Ente che, dopo l’organizzazione degli europei estivi di Riccione 2015 e quelli invernali di Cortina 2016, è pronto per accettare questa grande sfida “Mondiale”. Un grande risultato anche a livello personale, perché il “nostro” Umberto Ilardo è stato contestualmente nominato Vice Presidente della Federazione Mondiale.

Ufficio Stampa e comunicazione Csainciclismo

IL DIRETTIVO WFCS

Il Presidente Fortuna ad Atene con dirigenti WFCS e CSAIn

 

CSAIn sostiene

LEGA FILO DORO   ROBERTA FOR C  

ffc   duchenne

News

CsainTessera

Le news dai comitati

Gare & Manifestazioni

Affiliazione e Tesseramento

Download

Rubriche

Area Riservata

C.S.A.In.

logoCSAIn

Collegamenti

endurance tour


csainperilsociale


 

logoTempoSport


IL CICLISMO AMATORI


CONI ENTE DI PROMOZIONE x web 2


logo EFCS


CIP

C.O.N.I. European Federation for Company Sport Comitato Italiano Paraolimpico

logo csain_64

C.S.A.IN.

Viale dell'Astronomia, 30 - 00144 Roma
tel 06.54221580 - 06.5918900 - 06.54220602
fax 06.5903242 - 06.5903484

Privacy Policy