NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
seguici anche su facebook.com/csain.ciclismo seguici anche su facebook.com/ciclismocsain
Stampa

MIRKO, IN ONORE DEL PAPA' , FA LA SUA TESINA DI 3^ MEDIA SUL CICLISMO

 

MIRKO

 

 

 

Stampa

GIRO DI SARDEGNA: Spostato a nuova data 11/16 ottobre 2020

GIRO DI SARDEGNA OTTOBRE

 

 

Con la riapertura degli spostamenti tra le regioni italiane a cui seguirà presto la riapertura delle frontiere dello Stato si hanno quelle certezze che ci permettono di riaprire le iscrizioni a quel GiroSardegna che, inizialmente programmato come da tradizione in Aprile è stato spostato ad Ottobre causa COVID-19.

Ci ha fatto piacere rilevare che il 90% circa degli aderenti ha confermato la partecipazione per la nuova data e solo una piccola parte degli iscritti (essenzialmente stranieri che non avevano certezze relative ai voli aerei) ha deciso di rinviare la loro partecipazione ad Aprile 2021.

La struttura della manifestazione che si terrà ad Ottobre è assolutamente inalterata (tappe, chilometraggi, hotel, ecc.) e lo svolgimento dell’evento sarà del tutto “normale” così come assai probabilmente tornerà ad essere “normale” l’intero universo ciclistico.

A partire da oggi noi riapriamo le iscrizioni al GiroSardegnaperchè in tanti ce lo hanno chiesto: le nuove iscrizioni si potranno fare fino al 30 agosto 2021 ed alle identiche condizioni precedenti … ma ora esistono due “novità” di rilievo:

  1. I cittadini italiani già iscritti per Aprile e coloro che si iscriveranno entro agosto, per l’edizione di Ottobre, potranno beneficiare del “Bonus Vacanze” fino ad un massimo di 500,00 euroche il Governo ha fissato per favorire le vacanze in Italia (leggete l’apposito spazio per vederne regole, importi e possibilità)
  2. … in ogni caso, entro il mese di agosto, vecchi e nuovi iscritti potranno anche decidere di spostare la loro partecipazione ad Aprile 2021 (sempre ad Alghero) senza penali e senza motivazione alcuna.

Ed anche queste sono ulteriori e bellissime opportunità che il GiroSardegna offre ai ciclisti ed alle loro famiglie per ripartire alla grande: approfittatene!

Alghero, 01/06/2020
Tonino Scarpitti

Il ciclismo è uno sport dalle tante sfaccettature che nel corso della sua storia è andato sempre più differenziandosi in “specialità” ognuna delle quali ha assunto negli anni caratteristiche proprie (strada, MTB, randonnée, gravel, cicloturismo, pista, ecc.).

Poi anche all’interno delle singole specialità sono nate delle differenziazioni e nel Ciclismo su Strada ora di fatto esistono atleti specializzati nelle classiche di un giorno, altri ancora che eccellono nelle gare a cronometro, ed altri ancora che si esprimono meglio nelle gare in salita.

In ciascuna di queste “specializzazioni” vengono indetti annualmente dei Campionati ai vari livelli.

Appare evidente però che un VERO Campione dovrebbe eccellere in tutte le specialità o almeno nel maggior numero di esse!

È pur vero che nei grandi Giri professionistici colui che vince la classifica finale avrà gareggiato su ogni campo … eppure il vincitore del Tour de France NON è il “Campione del Mondo su strada” perché tale titolo si assegna in prova unica ed in altra sede!

In altre discipline sportive, come ad esempio nello sci, esistono le “Combinate”, gare nelle quali gli atleti prendono il via in una prova veloce (Discesa o Supergigante) ed in una prova tecnica (Slalom Speciale o Gigante): questi campionati effettivamente assegnano la vittoria ad atleti completi che riescono ad eccellere in entrambe le specialità.

Ora anche il Ciclismo amatoriale su Strada avrà la sua “Combinata” perché grazie alla precisa volontà dello C.S.A.In, viene indetto il primo Campionato Nazionale Combinata Openda fare all’interno del “GiroSardegna”, una gara a tappe giunta alla sua 24° edizione, che si svolgerà ad Alghero dall’11 al 16 ottobre 2020.

In quella occasione si premierà con la maglia di Campione Nazionale il/la ciclista (con tessera CSAIn oppure FCI ed Enti abilitati alla partecipazione) che riuscirà a primeggiare sommando i tempi di gara acquisiti in:

1) una Mediofondo/Granfondo – la prima tappa del GiroSardegna sarà la Alghero/Bosa/Alghero di domenica 11 ottobre: si gareggia in andata e ritorno lungo la bellissima strada costiera

2) una cronometro individuale – la seconda tappa si disputa lunedì 12 ottobre in un percorso di quindici chilometri interamente pianeggiante

3) un arrivo in salita – la sesta tappa di venerdì 16 ottobre presenta una lunga ed impegnativa ascesa che dal mare porta fino ai 600 metri di Villanova Monteleone.

E proprio tenendo conto della particolare conformazione della gara e dei luoghi nei quali prende vita, il Campionato avrà come sua seconda indicazione “Fondo, crono, salita, tra Mare e Monti ”.

L’assegnazione della maglia avverrà nei percorsi del MedioGiro ed anche nei percorsi del GranGiro e per ciascuna categoria di età maschile e femminile: saranno quindi più di venti i premiati che la riceveranno dalle mani del Vice Presidente Nazionale CSAIn e Responsabile Nazionale Ciclismo Biagio Saccoccio.

La consegna avverrà nel corso della cerimonia delle premiazioni finali del GiroSardegna previste il venerdì 16 ottobre alle ore 15.00 nel Cinema/Teatro Belvedere di Alghero.

A tutti i Campioni Nazionali sarà anche offerta l’iscrizione gara gratuita alla 25° edizione del GiroSardegna 2021 che si svolgerà ancora ad Alghero dal 25 al 30 aprile 2021.

Tonino Scarpitti

 

Stampa

CSAIn - Avis Firmato il protocollo d’intesa

i presidenti CSAin e Avis

CSAIn e AVIS un grande futuro insieme. Più sport, più sociale.

Firmato il protocollo d’intesa e di collaborazione

Questo un estratto del protocollo:

CSAIn e AVIS si impegnano:

- a propagandare tra i loro soci e nella collettività i rispettivi valori distintivi,

sui quali i due enti si impegnano a convergere e collaborare: la diffusione

di stili di vita sani, il dono del sangue, la diffusione dell'attività sportiva,

la cura della salute, la tutela sanitaria e assicurativa sugli infortuni,

la solidarietà e l'impegno civico;

- a sostenere, promuovere e divulgare l'attività sportiva promossa da CSAIn

e gli eventi organizzati dall'AVIS Nazionale anche attraverso le rispettive

sedi regionali, provinciali e comunali.

https://www.csain.it/notizie/csain-avis-firmato-il-protocollo-dintesa/

sottoscrizione protocollo dintesa CSAIn AVIS

 

 

 

Stampa

RADIOCORSAWEB: Intervista a Biagio Nicola Saccoccio Vice Presidente Nazionale CSAIn e Responsabile Nazionale di CSAIn Ciclismo

RADIOCORSA SACCCCCIO

 

Roma – Biagio Nicola Saccocciorecentemente presso la Federazione Ciclistica Italiana si è tenuto un incontro propedeutico al rinnovo della Convenzione 2020, che cosa possiamo anticipare alle società affiliate CSAIn e magari a coloro che pensano di farlo nella nuova stagione?

“Il nostro ente è da sempre attento all’evoluzione del mondo del ciclismo e in particolar modo alle norme e regolamenti che nel tempo si adeguano a tale evidente mutazione. CSAIn, nel rispetto delle norme CONI che regolano le attività sportive degli EPS, segue questi imprescindibili passaggi istituzionali e quindi, ci viene naturale adeguarci alle norme FCI cui il CONI rimanda. Sono queste la motivazione che ci animano, e in particolare per il rispetto e tutela verso coloro che scelgono il nostro ente per svolgere questa affascinante attività sportiva. Perché soltanto un rapporto basato sul rispetto dei ruoli di ciascuna figura si può realmente far crescere il movimento con le giuste basi assicurandogli un futuro adeguato. Per ciò che riguarda la convenzione con FCI stiamo seguendo l’iter richiesto dalla federazione, con la stessa condiviso, che oltre a prevedere la reciprocità, ovvero la partecipazione dei nostri tesserati alle gare organizzate da FCI e gli altri enti convenzionati, prevede anche altre peculiarità e aspetti sinergici. Pertanto, ci sentiamo di affermare che, chi per il 2020 sceglie il mondo del ciclismo CSAIn avrà garanzie di supporti concreti.

All’ultima riunione svoltasi presso la FCI non hanno partecipato Acsi, in quanto non invitata e la FCI ha dichiarato che attenderà l’esito dell’arbitrato del Coni prima di riprendere i rapporti e Asi assente ingiustificato.

“Guardi non mi permetto di giudicare l’operato di altri enti. Io voglio e devo pensare soltanto alla nostra attività e alla tutela di coloro che scelgono CSAIn per svolgerla. Lo faccio umilmente dando anche concreta continuità alla storia ciclistica già di CSAIn UDACE, nel rispetto e applicazione di quei principi in precedenza enunciati”.

Con il provvedimento del 30 aprile 2019 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di concerto con il Capo della Polizia Direttore Generale della Pubblica Sicurezza del Ministero degli Interni (pubblicato in Gazzetta Ufficiale Serie generale 142 del 19/06/2019) è stato emanato il nuovo Disciplinare Scorte Tecniche per le competizioni ciclistiche. Quali sono le iniziative di CSAIn per adeguarsi a tale norma?

“Il Disciplinare prevede, dal 1 gennaio 2020, tra gli obblighi degli EPS riconosciuti CONI, la necessità di avvalersi della figura del Direttore di Corsa certificata dalla FCI per ogni evento ciclistico su strada. CSAIn, e lo ha sottolineato la FCI nel suo ultimo comunicato, è stato l’unico ente che ha richiesto, e per ora ottenuto, la stipula di una convenzione per la formazione delle proprie figure del comparto sicurezza. Questo non vuol dire essere i primi della classe ma – continua Saccoccio – vuol dire rispettare tutti coloro che ci danno fiducia ogni anno sottoscrivendo affiliazione e tessera con noi, offrendo loro gli strumenti per svolgere una sana attività sportiva formalmente codificata nelle norme.
Pertanto, in attuazione delle modifiche apportate al “Disciplinare Scorte Tecniche”, CSAIn e FCI nel rispetto dei propri ruoli e compiti istituzionali, hanno stipulato un protocollo d’intesa per la formazione e aggiornamento delle seguenti figure per le competizioni ciclistiche su strada: – Responsabile del Servizio Scorta Tecnica di ciascuna manifestazione ciclistica identificato come Direttore di Corsa e Direttore di Organizzazione; – Addetti alle Segnalazioni Aggiuntive (A.S.A.); – Addetti ai Servizi Tecnici in Gara (A.S.T.C.).
Infatti, entro il mese di novembre si terrà a Roma un corso di formazione per direttori di corsa e direttore di organizzazione, pertanto soltanto gli abilitati dai corsi CSAIn/FCI potranno avere la finalizzata licenza tecnica a ricoprire questo incarico nel contesto dell’attività CSAIn”.

Tra qualche settimana la stagione 2019 passerà agli archivi, come inquadra questo anno e quali sono le condizioni di tesseramento che CSAIn propone per il 2020?

“Per la stagione sportiva che si avvia alla sua conclusione, possiamo dire, con soddisfazione, che si è trattato di un anno senz’altro molto positivo con una crescita generale sia in Società affiliate, sia in tesserati che attività svolta, ma, soprattutto tengo ad evidenziare l’oculata sinergia di intenti con tutto il territorio che ha dato tangibile corpo alle linee guida emanate dall’ente. Per l’attività 2020 ormai alle porte, si è al lavoro per la definizione dei crescenti calendari nazionali, regionali e provinciali, con il ciclocross che da primo attore è già brillantemente entrando in scena.
Per quanto riguarda le condizioni associative, queste sono rimaste invariate, riconfermato per il 2020 le quote di adesione già del 2019″.

 

 

Stampa

Giuseppe Iacovelli, sessantunenne cittadino di Fondi (LT) protagonista del Tour ciclistico della Sicilia in 8 tappe per sensibilizzare alla donazione degli organi

Ruggero Razza Giuseppe Iacovelli e Nello Musumeci 565x300  69818065 2370838749837282 1087148693263482880 n 2

70445032 2370839689837188 8210757050699874304 n 

 69506324 2466802410029848 1950073907260162048 n    70465302 2669292479750410 4543247505566990336 n

 69327240 2468755986501157 733742390258434048 n 69684113 2474096199300469 2317626569817849856 n

70605333 2669292609750397 3649827817610280960 n 70062840 2474096079300481 5090679342715895808 n

L'immagine può contenere: 10 persone, persone che sorridono, persone in piedi e spazio al chiuso  DIALISI

GENITORI

 

https://www.youtube.com/watch?v=6AQ18IlXeYw&feature=share&fbclid=IwAR2-84jKLZQU1NHEqEbKO8q0Mp9fZyfg-glcY9te8WjagdqrfgNq4480QPE

https://www.agrigentonotizie.it/video/ciclista-trapiantato-gira-sicilia-sensibilizzazione-donazione-organi-agrigento-sofia-tedesco.html?fbclid=IwAR0IUDCM-KnDBwUJGrizwzB1Oxd2Up-YPdwgF_LqO6iNc634dWGCD46ZCPI

 

Iacovelli è presidente della sezione Latina/Frosinone dell’Associazione Nazionale Trapiantati di Rene (ANTR), nonché ciclista tesserato CSAIn per la asd Cicli Rebike.

Giuseppe, che da giovane è stato un ciclista, è un trapiantato di rene dal 2004. Con la 2^ edizione del “Tour Dono per la Vita” ha portato in giro per la Sicilia un messaggio d'amore e di speranza,diffondendo la Cultura della Donazione degli Organi e del trapianto, ultima soluzione a chi ha perduto ogni speranza. Giuseppe non è nuovo a iniziative a sostegno della donazione di organi, difatti nel 2018, in cinque tappe dal 3 al 7 settembre, ha effettuato il tour da Fondi a Lamezia Terme.

Il ciclista solitario, difatti se pur assistito da un mezzo al seguito ha pedalato da solo, ha concluso il tour siciliano dopo 797 km percorsi in sette tappe. Partito da Messina il 4 settembre ha fatto tappa a Caronia, Palermo, quindi con la terza tappa è giunto a Castelvetrano, con la quarta ad Agrigento. Con la 5^ tappa Giuseppe ha raggiunto Ragusa Ibla. Nella sesta tappa con arrivo a Catania,  è stato ricevuto dal presidente della Regione, Nello Musumeci. Il governatore ha avuto parole d’elogio per Iacovelli per la sua impresa che punta a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delle donazioni. Musumeci ha poi chiesto a Giuseppe di continuare l’azione di testimonianza e gli ha augurato tanta salute e tanti chilometri!

Il Tour si è concluso a Messina, dove è stato accolto in modo festante dalla comunità, godendo un momento di riposo dalle fatiche, riprendendo la strada di casa, comunque non prima di aver fatto tappa in Calabria, rinverdendo amicizie e ricordi del tour dell’anno precedente.

Nel nostro breve resoconto abbiamo citato solo le tappe principali ma, le soste intermedie sono state molte, praticamente senza soluzione di continuità. L’elencazione sarebbe stata lunghissima.   Lungo il tragitto ha trovato ovunque accoglienza di intere comunità e sezioni AIDO del territorio, con a capo i sindaci e autorità locali. Inoltre ha avuto modo di intrattenersi con famiglie protagoniste di donazioni di organi dei propri cari, nonché con tanti dializzati,  portando a tutti un messaggio di speranza e la sua tangibile testimonianza.  

Il nostro Amico Giuseppe ci fa sapere che, dopo un meritato periodo di riposo, si metterà al lavoro per programmare l’evento 2020. Noi di CSAIn sin da ora assicuriamo il nostro supporto. Chi sente di dover condividere con Giuseppe le iniziative a sostegno del grande gesto della donazione può contattarlo tramite la pagina https://www.facebook.com/giuseppe.iacovelli.58?epa=SEARCH_BOX

A cura di Ufficio Stampa e Comunicazione Csainciclismo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CSAIn sostiene

LEGA FILO DORO   ROBERTA FOR C  

ffc   duchenne

News

CsainTessera

Le news dai comitati

Gare & Manifestazioni

Affiliazione e Tesseramento

Download

Rubriche

Area Riservata

C.S.A.In.

logoCSAIn

Collegamenti

endurance tour


csainperilsociale


 

logoTempoSport


IL CICLISMO AMATORI


CONI ENTE DI PROMOZIONE x web 2


logo EFCS


CIP

C.O.N.I. European Federation for Company Sport Comitato Italiano Paraolimpico

logo csain_64

C.S.A.IN.

Viale dell'Astronomia, 30 - 00144 Roma
tel 06.54221580 - 06.5918900 - 06.54220602
fax 06.5903242 - 06.5903484

Privacy Policy