NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
seguici anche su facebook.com/csain.ciclismo seguici anche su facebook.com/ciclismocsain
Stampa

CORSO DI FORMAZIONE DIRETTORI DI CORSA 7/9 NOVEMBRE - SCUOLA DELLO SPORT CONI - ROMA

FORMAZIONE D.C

RELATORI CORSO

 

 

 

Stampa

IMPORTANTE INCONTRO A BOLOGNA SULLA SICUREZZA NELLE GARE CICLISTICHE - "ORGANIZZARE OGGI: SECURITY, SAFETY E NUOVO DISCIPLINARE DELLE SCORTE ALLE GARE CICLISTICHE"

lintervento del Direttore Generale della Pubblica Sicurezza prefetto Franco Gabrielli

 

CSAIn nella totale convinzione che la sicurezza passa per la cultura e rispetto delle regole, ha preso parte ai lavori con il Vice Presidente Nazionale, nonché responsabile nazionale ciclismo, Biagio Nicola Saccoccio. L’ente che da sempre è attento alle tematiche della sicurezza e all’applicazione delle disposizioni normative, in adempimento delle modifiche apportate al disciplinare Scorre Tecniche,  nei giorni 7,8.9 novembre terrà a Roma, presso la scuola Nazionale dello Sport Coni, tramite i formatori del Settore Studi della FCI, un corso di formazione per Direttori di Corsa e Direttori di Organizzazione.

Di seguito si riporta il Comunicato dell’Ufficio stampa FCI e si pone in evidenzia il video del convegno che propone tutti gli interventi.  

Da Ufficio stampa FCI: "ORGANIZZARE OGGI: SECURITY, SAFETY E NUOVO DISCIPLINARE DELLE SCORTE ALLE GARE CICLISTICHE" IMPORTANTE INCONTRO A BOLOGNA SULLA SICUREZZA NELLE GARE CICLISTICHE
Al convegno presenti il Capo della Polizia - Direttore Generale della Pubblica Sicurezza prefetto Franco Gabrielli, il prefetto Matteo Piantedosi, Capo di Gabinetto del Ministro dell'Interno oltre al Presidente della FCI Renato Di Rocco e il presidente di Formula Bici, nonché della Commissione Nazionale Direttori di Corsa e Sicurezza della FCI, Roberto Sgalla.
Bologna, 20 ottobre 2019 - Si è svolto oggi a Bologna, organizzato dalla Federazione Ciclistica Italiana in collaborazione con Formula Bici, il convegno "Organizzare Oggi: security, safety e nuovo disciplinare delle scorte alle gare ciclistiche", al quale hanno partecipato tra gli altri il Capo della Polizia - Direttore Generale della Pubblica Sicurezza prefetto Franco Gabrielli e del prefetto Matteo Piantedosi, Capo di Gabinetto del Ministro dell'Interno, oltre al Presidente della FCI Renato Di Rocco e il presidente di Formula Bici, nonché della Commissione Nazionale Direttori di Corsa e Sicurezza della FCI, Roberto Sgalla.
In apertura dei lavori il presidente Roberto Sgalla ha ricordato l'iter che ha portato al nuovo disciplinare delle scorte tecniche alle gare ciclistiche, indicando anche la strada futura, che passa soprattutto nel semplificare gli aspetti normativi, nella definizione di protocolli operativi unici e nel valorizzare la conferenza dei servizi. "La sicurezza costa - ha infine ricordato il presidente Sgalla - ed è un costo che non può essere compresso. ASA, motostaffette, ambulanze, sono presidi di sicurezza sui quali non si dovrebbe risparmiare. Non si può più accettare il continuo ribasso dei costi di partecipazione ad alcune manifestazioni sportive amatoriali; ribasso che si realizza a scapito della sicurezza, mentre dovrebbe accadere il contrario: aumentare i costi di partecipazione ma garantire manifestazioni sicure e soprattutto rispettose delle norme."
"Abbiamo circa 1600 società organizzatrici che ogni anno realizzano oltre 4000 manifestazioni - ha detto nel suo intervento il presidente Di Rocco -. Da sempre, per quanto riguarda l'organizzazione delle gare, lavoriamo su due temi: la sicurezza e il rispetto dell'ambiente, perché il ciclismo è un ottimo modo per promuovere il territorio. Per realizzare norme che siano sempre in linea con le disposizioni di legge collaboriamo con diverse Istituzioni ed Enti; il nostro percorso, riguardo questi argomenti, viene da lontano e tanto è stato fatto. Le manifestazioni giovanili, per esempio, sono quasi tutte organizzate in circuiti chiusi. Per quanto riguarda il mondo delle Granfondo, c'è ancora tanto da costruire soprattutto dal punto di vista della cultura, che vuol dire anche e soprattutto rendere queste manifestazioni sempre meno esasperate dal punto di vista agonistico."
Il tema della cultura della sicurezza è stato toccato dal prefetto Piantedosi, che ha ricordato la necessità di lavorare non solo sulle regole ma anche su aspetti culturali più ampi, come la qualità delle strade o la tolleranza nei confronti degli utenti della bicicletta.
Il Capo della Polizia Gabrielli ha ricordato nel suo intervento che la sicurezza nelle gare ciclistiche è un valore che impegna la Polizia con una delle sue specialità più importanti, la Polizia stradale. Cultura della sicurezza vuol dire soprattutto agire, in base alle proprie responsabilità e competenze, in modo preventivo: "prima" è meglio di "presto".
E' seguita la tavola rotonda che ha toccato aspetti tecnici operativi, indicando le possibili strategie di intervento, alla quale hanno partecipato Giandomenico Protospataro, vicequestore della Polizia di Stato, Mauro Vegni, responsabile del ciclismo per RCS Sport, Luigi Altamura, Comandante Polizia Municipale di Verona e Referente ANCI per la sicurezza, il consigliere nazionale Gianantonio Crisafulli, referente del Settore Amatoriale FCI, Ivan Piol, della GS Sportful Dolomiti Race, Alessandro Spada, della GF Nove Colli, e Vittorio di Santo, responsabile della sicurezza per la 1000 Miglia.

https://www.federciclismo.it/it/article/2019/10/19/organizzare-oggi-la-sicurezza-passa-per-la-cultura-e-rispetto-delle-re/4aa138ea-2f9a-420d-bdfa-6d27d2fe42b7/

sala bologna

 

Stampa

CAMPIONATO NAZIONALE G. F. MTB (6^ PROVA AGROPONTINOCIOCIARO)

72634264 2461099787277835 868513262801518592 n campione gf mtb S2

 

Arce (FR) In collaborazione tra il C.P. CSAIn e Circolo Bocciofilo “G.Corsetti” in particolare in stretta sinergia con il Presidente Antonio Marcoccio e Mario Bove, nonché con il patrocinio della locale amministrazione comunale, si è tenuta la manifestazione “Conosciamo Monte Grande”, alla sua seconda edizione, valida quale 6^ prova del Torneo Agropontinociociaro MTB che,  ha anche assegnato i tioli nazionali di GF MTB.

La gara, al fine di garantire tutti i canoni di adeguata assistenza ai partecipanti, si è disputata in un circuito locale di 6,150 km, inanellato intorno   alle pendici di Monte Grande. L’impegnativo tacciato è stato ripetuto sette volte per totali di 43 km, con un dislivello per giro di 220 mt, per complessivi 1540 mt.  Nonostante si fosse ad ottobre inoltrato, l’assolata giornata a messo a dura prova i concorrenti, anche con diversi ritiri.

Subito dopo la partenza a prendere decisamente la testa è Maurizio Iacovacci ma, nei giri successivi son i i più esperti De Santis, Cappelli e Pensiero a dare spettacolo, con quest’ultimo che negli ultimi due giri fa prevalere la sua maggiore attitudine alle lunghe distanze. La gara, assegnando i tioli nazionali,  ha conseguentemente visto una gara nella gara, con particolare attenzione tra i tesserati CSAIn, tutti schierati e individuabili con specifici pettorali di categoria.  

Ordine di arrivo

La cerimonia di premiazione, preceduta dall’abbondante pasta party per atleti e accompagnatori, si   tenuta alla presenza del Vice Sindaco del Comune di Arce dott.ssa Sara Petrucci, del Presidente Marcoccio e soci del circolo, nonchè dell’apparato del C.P. CSAin, con il Presidente Saccoccio che oltre ai ringraziamenti di rito ha messo in evidenza peculiari aspetti dell’Ente in previsione del 2020.

a cura di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Questi i campioni nazionali GF MTB

JUNIOR                               NUNZIANTE GIOVANNI

SENIOR 1                            MIRKO PANNONE

SENIOR 2                           MASSIMO ZIBELLINI (presente in foto singola) 

VETRERANI 1                    LORENZO BONSIGNORI              

VETERANI 2                       FRANCESCO PAPA

GENLEMAN 1                     PASQUALE RUSSO

GENTLEMAN 2                   ERASMO CAMMARONE

SUPER. G                           NUNZIANTE PAOLO

 

Rassegna fotografica: https://www.facebook.com/loreto.grimaldi.1/media_set?set=a.3141239165918050&type=3

https://www.facebook.com/CircuitoAgroPontinoCiociaroMTB/?

72693457 3141309709244329 3326475698582847488 n

 

 

Stampa

FCI e ENTI: incontro propedeutico al rinnovo della Convenzione 2020

 

Presenti AICS, CSAIN, CSEN, CSI, ENDAS, LIBERTAS, OPES, UISP e US ACLI. La Federazione incontrerà l'ACSI solo dopo l’esito dell’arbitrato presso la Commissione di Garanzia del CONI. Numerosi i temi trattati.

 

 

 

Amatori Img

Il 24 settembre scorso presso la Federazione Ciclistica Italiana si è tenuto un incontro con gli E.P.S. AICS, CSAIN, CSEN, CSI, ENDAS, LIBERTAS, OPES, UISP e US ACLI propedeutico al rinnovo della Convenzione 2020. L’ASI non si è presentato né ha comunicato nulla. Essendo questo il secondo appuntamento con la Federazione che l’Ente diserta, senza alcuna spiegazione, deduciamo che non c’è alcun interesse a rinnovare l’accordo per il prossimo anno e ne prendiamo atto.

Anche l’ACSI non era rappresentato in quanto non invitato. Con quest’ultimo ente i colloqui per un eventuale rinnovo della Convenzione, che resta attualmente in vigore fino al 31.12.2019, saranno ripresi solo dopo l’esito dell’arbitrato che la FCI sta promuovendo presso la Commissione di Garanzia del CONI.

In apertura d’incontro, sposando la politica del “plastic free”, è stata presentata la nuova tessera elettronica della Federazione che andrà a sostituire la precedente card di plastica. Sarà comunque possibile stampare una copia su supporto cartaceo; la tessera elettronica permetterà altre nuove funzionalità e riproporrà la fotografia dell’atleta.

Agli enti è stato presentata l’applicazione FCI che è in grado di gestire una serie di funzioni e di offrire agli sportivi, tesserati e non, anche la possibilità di visionare l’elenco del calendario gare federali amatoriali. Si è valutata la possibilità di inserire anche i calendari gare degli Enti, al fine di consentire a tutti i tesserati la possibilità di leggere su un unico supporto tutto il calendario degli Enti convenzionati del mondo ciclistico amatoriale. Sono stati sollecitati gli enti che non hanno ancora provveduto ad aggiornare l’elenco dei loro tesserati, nel database nazionale unico.

Nelle prossime settimane verranno contattate le società di gestione gare e cronometraggio per concordare procedure che permettano di verificare, nelle iscrizioni alle grandi manifestazioni, la presenza di atleti non in possesso dei requisiti per la partecipazione o la classificazione.

Il completamento del database unico degli atleti prevederà una modalità di segnalazione informatica che evidenzierà, bloccandolo, il tesseramento di atleti privi dei requisiti per le specifiche categorie amatoriali

Agli Enti è stato ricordato che il 1 gennaio 2020 entrerà in vigore la normativa prevista dal nuovo Disciplinare delle Scorte, normativa che prevede tra l’altro che il Responsabile del servizio di scorta, per esercitare le funzioni di coordinamento del servizio di scorta (identificabile nella figura del direttore di corsa) deve sempre possedere idonea formazione strutturata e certificata dalla Federazione Ciclistica Italiana.

Sulla base della richiesta del CSAIN, finora unico ente che ha richiesto la stipula di una convenzione per la formazione delle proprie figure del comparto sicurezza, la Federazione ha predisposto i diversi percorsi formativi ed un testo di convenzione disponibile per tutti gli Enti che lo richiedano. In assenza di questa figura, cosi richiamata dal Disciplinare, formata secondo gli standard federali, le gare competitive amatoriali, indipendentemente dal numero dei partecipanti, non potranno essere svolte. Gli altri Enti interessati a proseguire l’attività amatoriale agonistica sono stati invitati ad attivarsi e a contattare la Federazione.

Gli Enti sono stati informati che il prossimo 19 Ottobre si terrà a Bologna un convegno… dal titolo “Organizzare oggi: security, safety e nuovo Disciplinare delle scorte tecniche alle gare ciclistiche” organizzato dalla FCI e da Formula Bici.

Dopo questi argomenti preliminari, la Federazione ha confermato la propria volontà a rinnovare la Convenzione agli Enti presenti, alle condizioni vigenti.

Nella stesura del testo saranno meglio precisati la cadenza e i tempi per la trasmissione degli elenchi dei tesserati necessari per l’aggiornamento del database unico nazionale e l’operatività per lo scambio e l’aggiornamento dell’elenco degli atleti sanzionati. La Federazione, su sollecitazione di alcuni interventi, approfondirà alcuni aspetti, compreso anche l’utilizzo e le caratteristiche delle “tessere giornaliere”.

In conclusione si ribadisce nuovamente che non esiste alcuna preclusione a trattare il rinnovo della convenzione 2020 con l’ente ACSI: la FCI incontrerà l’Ente solo dopo l’esito dell’arbitrato presso la Commissione di Garanzia del CONI ed il testo della nuova convenzione eviterà che si ripeta quanto è successo quest’anno con l’ACSI.

 

 

LEGGI COMUNICATO ALA FONTE: https://www.federciclismo.it/it/article/2019/10/04/fci-e-enti-incontro-propedeutico-al-rinnovo-della-convenzione-2020/d31046f1-608f-4f99-b323-c351289fdf6b/?fbclid=IwAR1qO8XpnikyW5l8YvUTLqMjQQrrxigeC1ANyJUS3lXUOcVLPkypPIBUEc4

 

 

 

 

 

Stampa

Crispino a Berlino con la sua grande squadra d’Amici

71325278 1672139416253997 4081353494055878656 n

GRUPPO DI AMICI IN PARTENZA

 

Più volte abbiamo parlato del nostro Amico “Crispino”, ovvero Francesco Perna. Abbiamo parlato di quanto ci sentiamo arricchiti della sua Amicizia, abbiamo parlato della malattia che lo affligge, come della sua determinazione e del suo motto “#IONONMOLLO” che ha dato anche il nome alla sua Associazione.

“Crispino”, atleta paralimpico, ormai non ci stupisce più, siamo abituati a vederlo determinato e concentrato sui suoi obiettivi che, peraltro sono anche quelli di tutti gli amici che lo sostengono.

Il 29 settembre Crispino portacolori del Velosport Ferentino,  ha portato il suo sorriso a Berlino, dove ha partecipato alla storica maratona, rappresentanto anche i colori di CSAin,  classificandosi al 74° posto sui 140 partecipanti. Il risultato è simbolico perché, come Francesco usa ripetere, il gradino più alto del podio e la forza e l’umiltà nel combattere contro l’Atassia di Friedreich.

Queste le parole al suo ritorno a casa:Una piccola medaglia può rappresentare un grande valore. Valore umano ricco di sacrifici e tempo rubato ai miei genitori, ai miei allenatori e a tutti coloro che hanno sempre creduto in me. Ho iniziato a piangere alla partenza e per tutti i 42 km. Lacrime di commozione e di rivincita verso quella vita che tanto mi ha tolto … ma è proprio questo che mi ha insegnato questa esperienza, perché fino a quando hai voglia di rivalsa, hai voglia di vivere”.

A Berlino, idealmente eravamo tutti   al suo fianco a sostenerlo ma, fisicamente a condividere con lui ogni momento della trasferta e ad incitarlo c’erano degli straordinari compagni di avventura: Alessandra Bilotta, Fabio Ventura, Alessandro Colasanti, Ambra De Ciantis e Alessandro Ferrazzoli. Della comitiva ha fatto parte anche Grazia Turco che, come “Crispino”, ha percorso i 42 km sotto la piaggia, condizione che, per entrambi, ha camuffato le sgorganti lacrime di gioia.

Questo il pensiero unanime espresso da questi fantastici ambasciatori d’amore: “Certe emozioni non si possono trasmettere, ma solo raccontare, se non le vivi di persona.
A Berlino abbiamo sorriso, a Berlino abbiamo urlato , a Berlino abbiamo pianto, a Berlino abbiamo gioito assieme a delle persone fantastiche, stupende, che quotidianamente ci regalano emozioni forti e importanti, ma soprattutto ci insegnano come vivere ed apprezzare la vita”.

Le emozioni continuano, difatti il 17 novembre il mondo di Amici che ruota intorno a Crispino, si ritroverà per festeggiarlo e, soprattutto, per testimoniargli   l’amore di cui sono portatori. Il locale di accoglienza dovrà essere molto ampio, perché il vortice avviato da questo straordinario ragazzo non ha limiti.

B.N.S.

 

 

71650141 1672139599587312 3459923317471838208 n

70976435 1672139542920651 5008782386624724992 n

 

 

 

 

CSAIn sostiene

LEGA FILO DORO   ROBERTA FOR C  

ffc   duchenne

News

CsainTessera

CASELLARIO SANZIONATI

Le news dai comitati

Gare & Manifestazioni

Affiliazione e Tesseramento

Download

Rubriche

Area Riservata

C.S.A.In.

logoCSAIn

Collegamenti

endurance tour


csainperilsociale


 

logoTempoSport


IL CICLISMO AMATORI


CONI ENTE DI PROMOZIONE x web 2


logo EFCS


CIP

C.O.N.I. European Federation for Company Sport Comitato Italiano Paraolimpico

logo csain_64

C.S.A.IN.

Viale dell'Astronomia, 30 - 00144 Roma
tel 06.54221580 - 06.5918900 - 06.54220602
fax 06.5903242 - 06.5903484

Privacy Policy