NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
seguici anche su facebook.com/csain.ciclismo seguici anche su facebook.com/ciclismocsain
Stampa

ALFONSO D’ERRICO SI AGGIUDICA LA FONDO MOLISANA CICLISTORE 2018.

L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi, bicicletta e spazio all'aperto

 

Domenica 13 Maggio, si è svolta a Termoli la diciottesima edizione della “Fondo La Molisana Ciclistore”, gara ciclistica riservata alle categorie amatoriali.

La manifestazione sportiva, organizzata dalla Polisportiva Team Termoli in collaborazione con il Comune di Termoli, l’Azienda Turismo di Termoli, La Regione Molise, col patrocinio del CONI Regionale.

La location della manifestazione è stato il Circolo della Vela a Termoli .

Ciclisti da ogni parte d’Italia, hanno invaso già da sabato pomeriggio la città adriatica per essere al via la Domenica mattina alle ore 9.

Due i percorsi: il lungo di km 120 e il corto di 80 chilometri.

Il percorso molto suggestivo nell’entro terra Molisana ha mostrato dei paesaggi bellissimi con sfondo sempre sulle Isole Tremiti.

I concorrenti del lungo sono partiti alle ore 9 mentre il corto alle 9.05 per dare maggiore sicurezza al trasferimento al km 0 dopo 5 km.

Dopo 10 km su percorso pianeggiante ad andatura forsennata (60 km orari) inizia la prima asperità della giornata rappresentata dai primi 4 km di salita con pendenza 6/7% che ha messo il gruppo in fila indiana ma che non ha fatto selezione anche perché si tornava verso San Giacomo degli Schiavoni su falso piano in discesa per circa 20 km.

Giunti sulla strada Statale 648 al 45 km, iniziava la prima vera salita di circa 9 km dove il forcing di alcune squadre hanno letteralmente sgretolato il gruppo determinando una fuga di Nove uomini:

Tommaso Elettrico, Federico Colone, Roberto Cesaro, Antonello Tirabassi, Alfonso D’errico, Marco Sivo, Piero Zizzi, Valerio Garofalo e Gaetano del Prete. La successiva salita di Ururi non ha dato variazioni di rilievo se non quello di aumentare il vantaggio dei battistrada che si presentano sul lungomare sud di Termoli con un volatone finale.

Ad avere la meglio al fotofinish è stato Alfonso D’errico su Federico Colone e terza piazza Roberto Cesaro. Un ottimo quarto posto per Tommaso Elettrico vincitore della passata edizione.

Tra le donne categoria “A” ad avere la meglio è stata Loretta Giudici che ha chiuso in 3.09 in 42° posto assoluto che precede Mara Parisi.

Mentre tra le donne categoria “B” ad avere la meglio Elisa Concetto che precede la beniamina di casa Maria Pia Manes.

Nel giro corto, subito in fuga Lucio Marinaccio, Pasquale Papale e Luigi Caputi che però la volata finale se lo aggiudica Pasquale Papale seguito da Lucio Marinaccio e Luigi Caputi.

Tra le donne ad avere la meglio è stata Sonia Arena che ha battuto in volata Serena Polidori.

Tra le donne “B” Patrizia De Marco precede Fabiana Sacchetti, Erica Toselli e Enrica Di Stefano

Classifica Granfondo La Molisana

1°) D’Errico Alfonso (Team Levante Premium Cycling)

2°) Colone Federico (Roccasecca Bike)

3°) Cesaro Roberto (Animabike)

4°) Elettrico Tommaso (Team CPS Cycling)

5°) Tirabassi Antonello (Team levante Premium Cycling)

6°) Sivo Marco (Animabike)

7°) Zizzi Piero (Ciclisport 2000 Focus)

8°) Garofalo Valerio (Pedale Elettrico)

9°) Del Prete Gaetano (Animabike)

10°) Corelli Marco (Roccasecca Bike)

Classifica femminile Granfondo

1°) Giudici Loretta (Roccasecca Bike)

2°) Concetto Elisa (Team Probike Teramo)

3°) Parisi Mara (Rionero Il Velocifero)

Classifica assoluta Mediofondo

1°) Pasquale Papale (Team CesaroFalasca)

2°) Marinacci Lucio (Team Levante Premium Cycling)

3°) Caputi Luigi (Team M&MBike)

4°) Minichino Domenicantonio (Team CesaroFalasca)

5°) Gionti Vincenzo (Cicloamatori Caserta)

6°) Bettini Paolo (Molise Tour Bike)

7°) Curcelli Pietro (Ciclostore Campobasso)

8°) Cecchini Alessio (Angelini Cycling Team)

9°) Maggese Michele (M&mBike)

10°) Iarriccio Cristian (Sannio Bike)

Classifica femminile Mediofondo

1°) Arena Sonia (Ciclistica Salernitana Nicola Romano)

2°) Polidori Serena (Ora et Labora Cassino)

3°) Toselli Erika (Roccasecca Bike)

 

 

Stampa

GRAN FONDO DEL GARGANO 2018 - Nella città fondata da Manfredi di Sicilia si impongono Antonello Tirabassi e Elena Cairo

GARGANO

Manfredonia - La città fondata da Manfredi di Sicilia, figlio dell’imperatore Federico II, ha incoronato Antonello Tirabassi (Team Levante Premium Cycling) ed Elena Cairo (Terun Scalea) vincitori della ventiquattresima edizione della Granfondo del Gargano. Nella Mediofondo si impongono Marinacci Lucio (Team Levante Premium Cycling) e Pierri Flavia (Airone Leo).

Al termine della gara Elena Cairo sottolinea la spettacolarità del percorso: “Il percorso di gara offre degli scorci straordinari visibili anche a quei ciclisti che ambendo alla conquista del successo finale non hanno l’opportunità di guardarsi intorno e vedere cosa li circonda. Mi complimento con gli organizzatori per l’evento che annualmente riescono ad organizzare con passione e determinazione”.

La manifestazione organizzata sotto l’egida di CSAIn Ciclismo e inserita nei circuiti Centro Italia Tour e Giro dell’Arcobaleno era valida quale prova del campionato Giro delle Regioni CSAIn, ha visto al via oltre 500 ciclisti sui 610 che avevano effettuato l’iscrizione. “Quest’anno abbiamo avuto un consistente aumento di partecipanti – sottolinea Domenico De Palo anima organizzativa della Cicli Spano Sipontino, società presieduta da Giovanni Spano - e questo ci ripaga degli sforzi compiuti per dar vita alla manifestazione. Abbiamo curato tutto nei minimi particolari e i numerosi attestati di stima e complimenti ricevuti dai partecipanti ci spingono a perfezionare sempre più la macchina organizzativa per continuare a crescere”.

Classifica assoluta Granfondo

1°) Tirabassi Antonello (Team levante Premium Cycling)

2°) Navedoro Giuseppe (Pedale Elettrico)

3°) D’Errico Alfonso (Team Levante Premium Cycling)

4°) D’Ambrosio Antonio (I Love Bike Altamura)

5°) Larossa Marco (Pedale Elettrico)

6°) Orrini Pietro (Cooperatori)

7°) Greco Ciro (Piconese Melendugno)

8°) Ciccarese Stefano (Airone Leo Constructions)

9°) Garofalo Valerio (Pedale Elettrico)

10°) Amoroso Vito Pio (Ciclo Team San Ginese)            

Classifica Granfondo femminile

1°) Cairo Elena (Terun Scalea)

2°) Parisi Mara (Rionero Il Velocifero)

3°) Colasuonno Rosa (Pedale Elettrico)

Classifica assoluto Mediofondo

1°) Marinacci Lucio (Team Levante Premium Cycling)

2°) Sportelli Domenico (Amatori Putignano)

3°) Cazzolla Alessandro (Velo Sport Modugno Magaletti Racing Bike)

4°) Giangregorio Felice (Apice Tre Colli)

5°) Luciano Adriano (World Cycling)

6°) Stragapede Domenico (Team All Bike Ruvo)

7°) Damiano Vincenzo (Canusium Bike L. Marcovecchio)

8°) Noviello Dario (Velo Sport Modugno)

9°) Prospato Angelo (Terun Scalea)

10°) Mammarella Graziano (Team Levante Premium Cycling)

Classifica Mediofondofemminile

1°) Pierri Flavia (Airone Leo)

2°) Tarantini Cinzia (Pedale Elettrico)

3°) Sacchetti Fabiana (Polisportiva Team Termoli)

 

Stampa

Granfondo Valli d’Oltrepò - Giro delle Regioni CSAin Fondo Nord Italia 2018 -

giro regioni nord campini

 

Donne : Angioni Maria (Bergamin)

Junior: Felice Fabio (Rodman Azimut Squadra Corse)

Senior 1: Favini Mario (Rodman Azimut Squadra Corse)

Senior 2: Pautrie Gianluca (Rodman Azimut Squadra Corse)

Veterani 1: Ramò Giovanni (Rodman Azimut Squadra Corse)

Veterani 2: Bertulessi Antonello (Rodman Azimut Squadra Corse)

Gentleman 1: Bonamici Mauro (Gc Varzi)

Gentleman 2: Landolfi Giuseppe (Brontolo Bike)

Supergentleman A: Trozzola Severino (Rodman Azimut Squadra Corse)

 

Salice Terme (Pavia) - Emozioni forti. Emozioni vere. Quelle vissute questa settimana a Salice Terme, in cui i roboanti motori delle auto storiche partecipanti al Rally 4 Regioni hanno ceduto il proscenio di Viale delle Terme alle ben più ecologiche ed economiche biciclette da strada degli oltre mille appassionati di ciclismoiscritti alla Granfondo Valli d’Oltrepò, terza prova del circuito Coppa Piemonte che si tiene sotto l’egida di CSAIn Ciclismo.

Salice Terme è una cittadina viva, che si anima soprattutto nelle ore serali durante le quali la voglia di incontrarsi e divertirsi dei più giovani provenienti anche da comuni limitrofi diventa virale. In molti però entrando in griglia non hanno potuto far a mano di notare come il segno del tempo si sia impossessato del Grand Hotel Terme e un tempo era il più lussuoso hotel di questo centro. Le Terme, chiuse, non offuscano comunque la percezione di un mondo magico di salute e bellezza, soprattutto per coloro che amano l’attività sportiva outdoor.

La pioggia sembra finalmente concedere una tregua. Questo inizio stagione è funestato dal maltempo e i ciclisti trascorrono diversi minuti al giorno dinanzi al pc o al proprio smartphone per consultare i siti che elaborano previsioni metereologiche.

La partenza posticipata alle ore 10 permette al gruppo multicolore di prendere il via in un clima ideale, con il sole a scaldare l’ardore agonistico di coloro che ambisco a raggiungere il massimo traguardo, chi lotta per conquistare punti per le classifiche del circuito Coppa Piemonte e altri semplicemente per svolgere una sana attività sportiva.

Coloro che hanno optato per il percorso corto hanno affrontato 104 chilometri e 1550 metri di dislivello prima di giungere al traguardo con ben cinque salite da affrontare. Ascese non molto lunghe che si faranno comunque sentire nelle gambe dei protagonisti.

L’epilogo è un trionfo per i colori della formazione torinese Dottabike grazie ai fratelli Aldo e Giorgio Ghiron che riescono a regolare i cinque compagni di fuga ed esultare per il doppio successo conquistato. L’abbraccio dopo il traguardo sancisce, qualora ve ne fosse, bisogno un legame indissolubile anche nel ciclismo tra i due fratelli che sono tra i protagonisti assoluti della prima parte di questa avvincente edizione della Coppa Piemonte: “Io credo che esultare per il successo del proprio fratello e il mio secondo posto conquistato nella stessa gara, rappresenti una delle più belle pagine del nostro personale Libro Cuore – sottolinea Giorgio Ghiron – io e Aldo siamo molto legati, entrambi abbiamo fatto un percorso agonistico simile anche se lui sei anni di prima di me ed è stato un ottimo Under 23, mentre io ho scelto di dedicarmi allo studio e alla fisioterapia. Il prossimo anno mi laureo, ma ho già iniziato a lavorare, collaborando con la formazione professionistica Team Androni. Voglio dedicare questo secondo posto alla mia ragazza Lucia, che doveva seguirmi per la prima volta in una gara di ciclismo proprio qui a Salice poi avuto un contrattempo, ma negli ultimi metri ho pensato a lei”.

Per quel che riguarda la gara: “Io e Aldo siamo riusciti a rientrare su un drappello di fuggitivi in discesa dopo la prima salita, quella di Cella. Ci ha ancora raggiunto poi altri protagonisti e si è formato un drappello di 15 unità al comando. Sull'ultima salita, Altacollina, sono rimasti in 5tra cui Aldo, mentre io, che ho perso qualche metro, sono rientrato in discesa ai meno 2km. E’ stata dura ma l’emozione del secondo posto ripaga tutti gli sforzi compiuti”.

Tra le donne si impone la cuneese Chiara Costamagna (Team De Rosa Santini) che precede Rollini Tamara (Sprint Bike Lumezzane) ed Elisa Parracone (Gs Passatore).

Per Chiara Costamagna è il primo successo stagionale dopo il secondo posto di Novi Ligure, prova d’apertura del circuito Coppa Piemonte. “Sono rimasta indietro nel secondo troncone del gruppo a causa di una caduta che ha coinvolto anche miei due compagni di squadra. Tra le dirette avversarie Rollini Tamare era nel mio gruppo, invece Elisa Parracone è riuscita ad allungare. Ho dovuto inseguire per raggiungerla lungo la prima salita, quella di Cella, e dopo aver recuperato lo sforzo compiuto, ho deciso di attaccare lungo la salita di Giarolo riuscendo a fare il vuoto. E’ una bella soddisfazione che voglio condividere con i miei compagni di squadra e dirigenti. Nella speranza di conquistare un risultato positivo anche a Mondovì, per poter onorare al meglio i sacrificio organizzativi di Domenico Pizzi Mantella e il suo gruppo di appassionati”

La prova regina, la granfondo, ha visto il successo in volata del ligure di Chiavari, Matteo Podestà (Team ProcyclingPromotech) che ha preceduto Paolo Castelnuovo (Team MP Filtri) e Stefano Bonanomi (Team MP Filtri).

Podestà è uno dei protagonisti assoluti del movimento granfondistico, ha conquistato il successo in trentacinque granfondo, anche se quella di Salice Terme è la sua prima affermazione stagionale.

“Il percorso di gara era bello e impegnativo, non proprio proibitivo, ma impegnativo. Ho cercato di rimanere sempre nelle prime posizioni fin dall'inizio, ma non mi sono mai scoperto troppo, lasciando che fossero gli altri a fare la selezione. A metà gara siamo rimasti in cinque e ci siamo dati cambi regolari fino alle ultime due salite, Berzano e Altacollina, dove sono iniziati gli attacchi. Sull'ultima ho provato a fare la selezione, siamo rimasti solo io e Castelnuovo e in volata ho vinto abbastanza nettamente”.

Tra le donne successo di Annalisa Prato (Team De Rosa Santini) che precede Olga Cappiello, sua compagna di squadra, e Vittoria Pani (Dottabike).

La Granfondo Valli d’Oltrepò era valida quale prova unica per l’assegnazione delle maglie del campionato Giro delle Regioni Nord CSAIn Fondo, che premiavano il ciclista tesserato dall’ente CSAIn Ciclismo presieduto da Biagio Nicola Saccaccio che riusciva a conquistare il miglior piazzamento nelle rispettive categorie. Dominio assoluto della formazione torinese Rodman Azimut Squadra Corse guidata da Marco Pipino che ha conquistato ben sei maglie.

I nuovi leader del circuito Coppa Piemonte

Percorso Mediofondo

Categoria Femminile 1: Parracone Elisa (Gs Passatore)

Categoria Femminile 2: Rollini Tamara (Sprint Bike Lumezzane)

Categoria Femminile 3: Battaglino Nadia (Gs Passatore)

Categoria Junior: Balducci Lorenzo (Pedalando in Langa)

Categoria Senior 1: Rosso Fulvio (Roero Speed Bike)

Categoria Senior 2: Tagliapietra Gilles (Rodman Azimut Squadra Corse)

Categoria Veterani 1: Gallo Davide (Team Edilcase)

Categoria Veterani 2: Cucco Luigi (Dottabike)

Categoria Gentleman 1: Carbone Stefano (Team Isolmant)

Categoria Gentleman 2: Capello Marco (Rodman Azimut Squadra Corse)

Categoria Supergentleman A: Monteleone Mauro (Bicistore Cycling Store)

Categoria Supergentleman b: Lo Galbo Letterio (Smeralda Bike Arzachena)

Percorso Granfondo

Categoria Femminile 1: Prato Annalisa (Team De Rosa Santini)

Categoria Femminile 2: Oberto Paola (Gs Passatore)

Categoria Femminile 3: Cappiello Olga (Team De Rosa Santini)

Categoria Junior: Cuaz Wladimir (Cicli Lucchini)

Categoria Senior 1: Gallo Andrea (Team Isolmant)

Categoria Senior 2: Oliveri Fabio (Bicistore Cycling Team)

Categoria Veterani 1: Porro Mauro (Bicistore Cycling Team)

Categoria Veterani 2: Dogliotti Enrico (Scott Team)

Categoria Gentleman 1: Motta Emanuele (DT Bianchi)

Categoria Gentleman 2: Acuto Riccardo (Alpina Bikecafè)

Categoria Supergentleman A: Previde Massara Marco (Darra Racing)

Categoria Supergentleman b: Donato Giuseppe (Sc Bruzzano)

Classifica assoluta Granfondo Valli d’Oltrepò Passione Infinita

1°) Podestà Matteo (Team ProcyclingPromotech)

2°) Castelnuovo Paolo (Team MP Filtri)

3°) Bonanomi Stefano (Team MP Filtri)

4°) Fino Carlo (Superba Progetto Bici)

5°) Cuaz Wladimir (Cicli Lucchini)

Classifica Granfondo Valli d’Oltrepò Passione Infinita femminile

1°) Prato Annalisa (Team De Rosa Santini)

2°) Cappiello Olga (Team De Rosa Santini)

3°) Pani Vittoria (Dottabike)

4°) Oberto Paola (Gs Passatore)

5°) Angioni Maria (Bergamin)

Classifica assoluta Mediofondo Valli d’Oltrepò Passione Infinita

1°) Ghiron Aldo (Dottabike)

2°) Ghiron Giorgio (Dottabike)

3°) Menini Andrea (Pedale Godiaschese)

4°) Rosso Fulvio (Roero Speed Bike)

5°) Raggio Michael (Rodman Azimut Squadra Corse)

Classifica Mediofondo Valli d’Oltrepò Passione Infinita femminile

1°) Costamagna Chiara (Team De Rosa Santini)

2°) Rollini Tamara (Sprint Bike Lumezzane)

3°) Parracone Elisa (Gs Passatore)

4°) Martinelli Francesca (Baglini Centralkimica)

5°) Makhandi Georgina (Bicistore Cycling Team)

 

 

 

CLASSIFICHE GENERALI

GRAN FONDO/ MEDIOFONDO/ CATEGORIE : https://www.endu.net/it/events/vigneti-doltrepo-marathon-by-rodman/results/2018

 

  

Stampa

I nuovi campioni nazionali CSAIn Open CSAIN Granfondo e Mediofondo 2018

campioni open g f

Campioni nazionali CSAIn Open Granfondo

Categoria M1: Pisanu Andrea (Granfondo Team Ittiri)

Categoria M2: Sanetti Bruno (Sanetti Sport)

Categoria M3: Lovicu Andrea (Bike Team Demurtas Nuoro)

Categoria M4: Cipolletta Francesco (Team Procycling)

Categoria M5: Schena Daniele (Bormiese)

Categoria M6: Aicardi Federico (Gio’N’Dent)

Categoria M7: Raviola Giuseppe

Catgoria Master 8: Trozzola Severino (Rodman Azimut Squadra Corse)

Categoria Woman 1: Ianni Ilaria (Dechatlon)

Categoria Woman 2: Cerquetti Simonetta

CAMPIONI MEDIO FONDO OPEN

Campioni nazionali CSAIn Open Mediofondo

Categoria M1: Tola Simone (Terranova Fancello)

Categoria M2: Bottero Maurizio (Pulsar)

Categoria M3: Cipriani Matteo (Infinity)

Categoria M4: Mattioli Giordano (MC Cycling Time)

Categoria M5: Ballestri Cristian (Team Bike Innovation)

Categoria M6: Masserey Christophe Nicolas (L’Oleandro Budoni)

Categoria M7: Bencini Mauro (Infinity)

Catgoria Master 8: Mariotti Eliseo

Categoria Woman 1: Lari Marina (Team Bike Innovation)

Categoria Woman 2: DrysdaleLarissa (Team Bela)

 

Budoni (Sassari) - La quarta tappa del Giro di Sardegna denominata GranFondo Sardegna Monte Albo ha assegnato i titoli nazionali CSAIn Open. Tra i protagonisti della prova l’umbro Giordano Mattioli che si è aggiudicato il titolo tra i Master 4, nella prova regina, la granfondo.

“Quest’ anno sono un po’ indietro con la condizione, ero partito per fare una vacanza in Sardegna e per allenarmi visto che il maltempo ha completamente stravolto questa prima parte di stagione. Ho cominciato il giro facendo le prime due tappe con il percorso granfondo, ma uscendo subito di classifica e non partecipando alla crono, quel giorno proprio sfruttando lo spirito amatoriale della mia partecipazione ho deciso di godermi lo splendido mare di Budoni. Ho puntato tutto sul campionato nazionale Open CSAIn Medio Fondo. La mattina della gara ho avuto buone sensazioni evidentemente le prime due tappe mi avevano dato condizione, appena dopo pochi km di gara ho tentato un ‘azione e sono riuscito ad andare in fuga in solitaria, prendendo un paio di minuti di vantaggio sul gruppo.

Così sono arrivato all’inizio imbocco della salita di S. Anna con un buon vantaggio, questo mi ha permesso di gestirmi in salita, avendo la consapevolezza che qualcuno mi sarebbe rientrato anche perché mancavano tanti km all’ arrivo, pur essendo il percorso di mediofondo erano 125 km circa di gara.

Ed infatti a circa tre km dallo sballo (salita di 12km) mi sono rientrati i primi quattro della classifica generale Matteo Cipriani, Cristian Ballestri, Simone Tola,TomasMojares, da lì in poi abbiamo continuato ad alimentare la fuga di comune accordo fino all’ arrivo dove ho ottenendo un ottimo quarto posto che mi ha permesso di vincere la mia categoria e di conseguenza il campionato nazionale Open CSAIn”.

Il Giro di Sardegna ha fatto comunque segnare un altro successo organizzativo con oltre seicento partecipanti che hanno dato vita alle sei tappe del MedioGiro e del GranGiro. Queste le classifiche assolute:

Classifica assoluta MedioGiro Maschile: Cipriani Matteo (Infinity)

Classifica assoluta MedioGiro Femminile: Blickenstorfer Tanja (Zweiradsport)

Classifica squadra MedioGiro: Infinity

Classifica Maglia Nera: Lindsay Edmonia (Nuinga)

Classifica assoluta GranGiro Maschile: HoubenKristof (StorexGf)

Classifica assoluta GranGiro Femminile: Mellema Carla

Classifica squadra GranGiro: Team Corratec

Classifica Maglia Nera: SpenceMorag

CLASSIFICHE COMPLETE: https://www.kronoservice.com/it/schedaclassifica.php?idgara=2307#bannercontainer1

 

Stampa

28 GranFondo Libero Grassi - storia di un successo annunciato

L'immagine può contenere: montagna, folla, cielo, spazio all'aperto e natura

L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono, persone in piedi e spazio all'aperto

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

CLASSIFICHE: https://www.speedpassitalia.it/gara-sicilia/28-granfondo-libero-grassi-29-04-2018/#classifica-gen

 FOTO: https://www.facebook.com/pg/vincenzonicitafoto/photos/?tab=album&album_id=2155426728020973

L'immagine può contenere: una o più persone, spazio all'aperto e sMS

 

28° Granfondo Libero Grassi storia di un successo annunciato

 

La decana delleGranfondo ciclistiche siciliane non smentisce le previsioni della vigilia: 461 gli iscritti, 431 i ciclisti che si schierano nelle griglie disegnate sul lungomare di Patti Marina, 396 coloro che taglieranno poi il traguardo.

L’organizzazione, come sempre, mette in campo il meglio: il percorso è segnalato con certosina meticolosità, consumati 40 Kg di ducotone per realizzare 180 segnali sull’asfalto (frecce direzionali, segnali di pericolo, strettoie, tornanti, buche cerchiate) 122 le tabelle verticali, 142 locandine montate su cartone ed affisse lungo tutto il percorso con una doppia finalitàda un lato dare conferma ai ciclisti che sono sul percorso gara e dall’altro avvisare gli automobilisti che anche loro il 29 Aprile 2018 fra le ore 9,30 e le 16,30 saranno sul percorso gara e si invitano a rispettare i ciclisti dando loro la precedenza; il risultato è pienamente raggiunto anche perché le strade scelte per il percorso sono tutte strade secondarie poco frequentate la domenica.

La partenza, come sempre a Patti, è puntuale, solo 2 minuti di ritardo rispetto all’orario previsto; ed è, come da tradizione, Angelo Milone, il vincitore della prima edizione con Classifica (1995) a cercare la sortita nello strappetto del Cicero, il suo tentativo si esaurisce nel giro di pochi chilometri, alle porte di Gioiosa Marea viene riassorbito dal gruppo compatto.

All’uscita di Gioiosa Marea, sullo strappo di Calanovella è il trapanese Salvatore Barraco ad uscire dal gruppo, il suo è un invito agli ardimentosi medio fondisti ad fargli compagnia in avanscoperta, si gira quasi ad invitare qualcuno a fargli compagnia.

La fondovalle da Ponte Naso a Sinagra è troppo bella per non rispondere all’invito di Barraco, ed è proprio il suo compagno di squadra (Velomax di Trapani) Grillo, ancora un trapanese del Marsala Team, Stella, e poi Catanzaro della Ruota Libera di Nicosia, e un atleta del luogo, Tonino Frontino ad uscire per dare manforte al tentativo di Barraco.

Quando la strada comincia a salire verso Ficarra le cose cambiano, in testa sbucaSavalli, ancora Velomax, Porpora della Grasso Villanti e Stella già in fuga nella fondovalle.

Lo spettacolo del pubblico è entusiasmante per l’organizzatore e per gli atleti, le strade di Gioiosa Marea e Gliaca di Piraino sono piene di gente; ma è nei paesini interni che i ciclisti pedalano fra due ali di folla osannanti; così è a Sinagra, Ficarra, Lacco e poi nel lungo a Braidi.

Nel frattempo la gara continua e subito dopo Ficarra, quando la strada sale con decisione sui nostri apripista piomba letteralmente Barbera.

L’atleta della Grasso/Villanti ha vinto nella stagione tutte le Granfondo alle quali ha partecipato, ma si sa che Barbera non gradisce le volate, per poter vincere ha bisogno che la gara sia dura e che la selezione cominci da lontano e ci pensa lui in prima persona.

Infatti fatti pochi metri in compagnia degli atleti in fuga, appena la strada sale con decisione, Barbera si alza sui pedala e lascia la compagnia.

Nel lungo falsopiano fra il ristoro di Crocevia e Sellica non si vede nessuno alle sue spalle; poi la discesa di Lacco, molto tecnica con i suoi 10 tornanti, da il là al ragusano Giovanni Amarù che al termine della discesa riprende Barbera.

I due si danno cambi regolari sulla SS 113 fino a quando comincia la seconda salita, quella di Galbato; ed è sempre Barbera a forzare e rimane solo.

Nella discesa verso Patti su Barbera piomba letteralmente Alessio Calabrese; l’atleta dell’Explorer Patti vuole rivincere il corto, gli brucia ancora la sconfitta da Formica nel 2017 per pochi centimetri, ha provato e riprovato tante volte quella discesa che diventa il suo trampolino di lancio, sconvolge letteralmente i piani dei suoi avversari e va a vincere il corto a mani alzate.

Nel lungo comincia la terza lunga salita quella di Braidi/Santa Maria, Barbera è sempre solo, alle sue spalle a circa 1 minuto sempre Amarù, più staccato Ruvolo, sempre piazzato alla Libero Grassi; le distanze restano immutate per buona parte della salita; Ruvolo tenta di riportarsi su Amarù ma è in giornata no, non riesce a guadagnare e va in crisi, abbandona.

Al controllo di Braidi Barbera ha quasi 2 minuti su Amarù, tutti gli altri sfilacciati sono ad oltre 5 minuti, ormai è un discorso a due.

La discesa su San Piero Patti e poi su Colla di LIbrizzi e Santa Nicollella fa recuperare secondi ad Amarù, ma non riesce a vedere l’avversario anche perché questa è una discesa di potenza da spingere sempre e Barbera spinge.

Poi ecco il giudice finale “il muro di Santo Pietro”, Barbera sale ma la sua non è un’azione potente come nel 2017, sembra stanco; alle sua spalle si sentono gli incitamenti per Amarù che giunge fino a 400 metri di distanza da Barbera in cima al muro.

Ma per fare 400 metri ci vuole del tempo e Amarù non riesce a chiudere il divario, le distanze sul falsopiano per Montagnareale; poi la discesa finale dove Barbera riesce a non perdere e vince a mani alzate; Amarù è secondo a soli “39; bisogna aspettare 5 minuti per vedere il terzo piazzato, Bartolotta che batte Salvatore Coco, già vincitore dell’edizione 2000.

Si ricompone l’accoppiata del 2016 con Barbera 1° nel lungo e Calabrese 1° nel corto; fra le Società vince la Bici & Bike di Messina che è alla sua quinta vittoria negli ultimi sette anni.

Premiazione e pasta party concludono la giornata con arrivederci al 2019.

 

 

CSAIn sostiene

LEGA FILO DORO   ROBERTA FOR C  

ffc   duchenne

News

CsainTessera

CASELLARIO SANZIONATI

Le news dai comitati

Gare & Manifestazioni

Affiliazione e Tesseramento

Download

Rubriche

Area Riservata

C.S.A.In.

logoCSAIn

Collegamenti

csainperilsociale


 

logoTempoSport


IL CICLISMO AMATORI


CONI ENTE DI PROMOZIONE x web 2


logo EFCS


CIP

C.O.N.I. European Federation for Company Sport Comitato Italiano Paraolimpico

logo csain_64

C.S.A.IN.

Viale dell'Astronomia, 30 - 00144 Roma
tel 06.54221580 - 06.5918900 - 06.54220602
fax 06.5903242 - 06.5903484

Privacy Policy