NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
seguici anche su facebook.com/csain.ciclismo seguici anche su facebook.com/ciclismocsain
Stampa

Piemonte: Successo Organizzativo per la Randobaraunda

Pedale Trinese alla partenza

Domenica 28 aprile alle ore 18.00 si è conclusa la 3° edizione della Randobaraunda a Cigliano, facente parte del nuovo circuito Randonorditalia Csain.

E’ domenica e ci si alza presto quindi il caffè e’ offerto dall’A.S.D. Unione Ciclistica Cigliano, invito che , nonostante il vento insidioso che imperversa su tutto il Piemonte, viene onorato da un centinaio di partecipanti.

Il percorso, attentamente studiato dagli organizzatori, si snoda attraverso strade ricche di punti panoramici attraversando metà delle province piemontesi, da Vercelli a Torino passando per Alessandria e Biella. Il percorso inizia addentrandosi nel cuore del canavese, nelle zone tipiche per la produzione del vino erbaluce per poi affrontare le salite della Valchiusella costeggiando una riserva naturale ed un lago di origine glaciale. Si scende quindi fino ad attraversare il ponte sulla Dora Baltea per poi risalire la collina morenica e giunti a Cascinette D'Ivrea si prende la strada che porta a Viverone, località dell'omonimo lago. Qui si dividono i tracciati della 100 chilometri e della 200.

Oltrepassato il lago si procede verso il territorio Biellese, zona tipica per la produzione di filati e abbigliamento. Poi si transita nella zona denominata “delle Baragge” dedicata alla coltivazione di un riso pregiato e si entra nel cuore delle risaie Vercellesi. Oltrepassata la città di Vercelli ci si muove in direzione di Trino fino ai piedi del Monferrato, da lì si affrontano le ultime salite ripide ma brevi.

Tornando verso le risaie in direzione di Livorno Ferraris si passa davanti la tenuta Colombara dove si produce il riso Acquerello e poco più avanti si attraversa l'imponente Canale Cavour e si fa ritorno a Cigliano.

Un tracciato attraverso le eccellenze della produzione piemontese, con un dislivello di 1500 metri che mettono alla prova la resistenza degli appassionati.

Una volta ritirato il gadget, una utile bombola di CO2 e per chi la preferisce la bandana targata Randobaraunda, si parte per il giro scaglionati in gruppi: i primi della 200 dalle 7.45 e quelli della 100 già dalle 8.15.

Nel frattempo al polivalente inizia la manifestazione agonistica con i bambini del basket per il ” Torneo della liberazione” con le squadre di Cavagnolo, Bassano del grappa e Beinasco.

Dopo il ristoro a Piverone, valido per entrambi i percorsi, i ciclisti iniziano ad arrivare al polivalente con la consegna dell’attestato del diploma della Randobaraunda e per il pranzo, offerto come consueto dall’organizzazione.

Sono le 17 quando i primi coraggiosi che hanno affrontato i 200 chilometri iniziano ad arrivare a Cigliano, grati per le docce ed il pranzo che li attendono.

Il vento inizia a calare, la giornata volge al termine e gli organizzatori ringraziano tutti i partecipanti che hanno contribuito al successo della giornata sportiva.

CSAIn sostiene

LEGA FILO DORO   ROBERTA FOR C  

ffc   duchenne

News

CsainTessera

CASELLARIO SANZIONATI

Le news dai comitati

Gare & Manifestazioni

Affiliazione e Tesseramento

Download

Rubriche

Area Riservata

C.S.A.In.

logoCSAIn

Collegamenti

endurance tour


csainperilsociale


 

logoTempoSport


IL CICLISMO AMATORI


CONI ENTE DI PROMOZIONE x web 2


logo EFCS


CIP

C.O.N.I. European Federation for Company Sport Comitato Italiano Paraolimpico

logo csain_64

C.S.A.IN.

Viale dell'Astronomia, 30 - 00144 Roma
tel 06.54221580 - 06.5918900 - 06.54220602
fax 06.5903242 - 06.5903484

Privacy Policy